IL LEGNO – SINONIMO DI BIOARCHITETTURA E RISPARMIO ENERGETICO

Il legno, è un  perfetto isolante termico. Il legno è un ottimo materiale da costruzione avendo proprietà fisiche uniche: infatti unisce ad un’elevata stabilità meccanica un peso proprio ridotto. Grazie alla sua naturale elasticità, il legno rappresenta il migliore materiale costruttivo in zone sismiche. Il legno, inoltre, è un materiale molto resistente e duraturo. Grazie alle proprietà del legno, tra cui il suo profumo, ci si sente immersi in un’atmosfera naturale in cui l’aria interna ne risulta migliorata.

Gli edifici di Costruita Italia prefabbricati o assemblati in sede di questa nuova generazione sono dotati di una struttura completamente in legno, trattato in modo opportuno per renderlo altamente ignifugo. Le pareti, anch’esse in legno, sono poi rivestite sia internamente con il cartongesso, sia esternamente con i più svariati materiali per conferire la finitura desiderata: in tal modo si assicura un perfetto isolamento non soltanto d’inverno dal freddo, ma anche d’estate dal caldo, che si traduce in un evidente risparmio energetico.

Il legno trattiene il calore dall’interno e dall’esterno: studi ed esperimenti hanno dimostrato che con una casa di legno si ha in media un risparmio energetico del 40 – 50% rispetto alla stessa costruzione in cemento o mattoni. Per ottenere lo stesso valore di isolamento termico di una parete in legno di 10 cm, una parete in laterizio dovrebbe avere uno spessore di 54 cm, mentre una in calcestruzzo dovrebbe essere spessa 80 cm. La struttura in legno delle case Costruita Italia, permette di realizzare edifici a basso consumo energetico che consentono di raggiungere comfort abitativi estivi ed invernali con pochissima energia, facendo risparmiare fino all’80% dei costi gestione rispetto ad una casa costruita con metodo tradizionale.

Nella maggior parte dei casi il legno viene inoltre impiegato per numerosi altri particolari che costituiscono una casa, tra cui i più importanti sono i serramenti (in alternativa al PVC o alluminio) e il pavimento (in alternativa al gres). Vengono eseguite periodicamente delle termografie, specifiche verifiche effettuate sulle pareti esterne degli edifici, che permettono di distinguere i vari muri più o meno caldi o freddi, per monitorare l’efficienza dei nostri manufatti.

Un’altra eccezionale particolarità del legno è la sua antisismicità, perché ha un’alta flessibilità. Inoltre, mentre il cemento, se sottoposto ad un incendio, provoca crolli e collassi senza preavviso, il legno li anticipa: una trave in ferro, ad alta temperatura, tende a modificarsi, a ‘rammollirsi’, mentre la stessa trave, ma in legno, brucia, rimanendo però intatta!

Vantaggi e perché: il legno!

Materiale principe per i concetti di eco-compatibilità, eco-sostenibilità e bioedilizia, il legno ha ottime proprietà:

  • ecologico
  • genera benessere e confort abitativo
  • ottimo rapporto peso/resistenza
  • buon comportamento al fuoco
  • ridottissima sensibilità agli sbalzi di temperatura
  • durabilità e ridotta manutenzione
  • inattaccabilità all’aggressione chimica ed ambientale
  • ottime prestazioni termiche ed acustiche
  • ottima resistenza a flessione, compressione e trazione
  • facilità di lavorazione
  • consente ottimizzazione nelle lavorazioni grazie all’elevato grado di prefabbricabilità
  • ottimo in zone sismiche
Costruire in legno – costruire naturale

Il legno è tra le materie prime utilizzate da Costruita Italia. Un materiale insieme naturale e hi-tech, completamente riciclabile, completamente rinnovabile, a bassissimo consumo di energia grigia; il materiale del futuro o se vogliamo del presente, insomma, se la scelta per il futuro sarà quella dello sviluppo sostenibile, che è l’unica scelta a garantire un futuro.

Costruire in legno – costruire ecologico

La costruzione intelaiata in legno rientra nei parametri della bio-edilizia, perché usa materiali naturali, è rispettosa dell’ambiente, usa consapevolmente e con rispetto il territorio, le risorse, i materiali. Migliorare la qualità dell’abitare significa insomma migliorare la qualità della vita, la nostra e quella delle generazioni future.

Costruire in legno – costruire veloce

La leggerezza della struttura consente la prefabbricazione in officina – a progetto – di solette e pareti attrezzate, e ciò comporta dei tempi di realizzazione assolutamente inferiori rispetto alle costruzioni tradizionali. Una volta ultimati gli elementi, la posa in opera è questione di pochissimi giorni. Meno trasporti in cantiere, nessuna incertezza sui tempi di consegna (nel cantiere tradizionale la pioggia interrompe i lavori), meno inquinamento acustico: tanti vantaggi che si traducono in risparmio.

Costruire in legno – costruire sicuro

Grazie al trattamento ignifugo del materiale isolante e al rivestimento delle pareti con pannelli in gesso-fibra, la casa intelaiata in legno di Costruita Italia può dirsi una costruzione sicura, con una classe di infiammabilità 6.3/A2. Inoltre, grazie alle caratteristiche di elasticità e resistenza, le case di Costruita Italia garantiscono i massimi standard qualitativi anche in materia di sicurezza antisismica.

Costruire in legno – costruire conveniente

I vantaggi economici della costruzione intelaiata in legno si misurano nel breve e nel lungo termine. Da subito, il risparmio è nella velocità di realizzazione e nella certezza dei tempi: prendere possesso della casa dopo due o tre mesi dall’inizio dei lavori significa meno interessi sui capitali (in caso di mutuo bancario) e meno incognite sull’andamento del cantiere (dove ogni problema si traduce in aumento dei costi); nel lungo periodo, il perfetto isolamento della struttura abbatte sensibilmente i consumi energetici e dunque i costi per il riscaldamento.

Costruire in legno – costruire con gusto

La costruzione intelaiata in legno si adatta a qualsiasi tipologia architettonica; proprio grazie alla sua versatilità e alle sue potenzialità estetiche il sistema riscuote crescente interesse presso una nuova generazione di committenti lungimiranti ed esigenti, soddisfacendo alle esigenze dei tradizionali oltre che dei più raffinati che richiedono case di design.

L’aggettivo ecocompatibile si riferisce ai processi o prodotti che hanno la capacità di integrarsi con l’ambiente in cui vive l’essere umano e in generale con l’eco-sistema circostante.

In particolare, la progettazione ecocompatibile dell’ambiente costruito è connotata da un rapporto con il contesto, inteso come ambiente fisico e antropizzato, tale da garantire condizioni di benessere con un ridotto consumo di risorse ambientali e un basso livello di inquinamento.

grafico-il-legno-approfondimenti